Mutui per segnalati anche per liquidità

senza verifica reddituale

Siamo operativi in tutta Italia

Riapertura frontiere extra UE Dicembre 2021: quando si potrà viaggiare all’estero?

Possiamo viaggiare all’estero? Dove potremo farlo nei prossimi mesi? Proviamo a fare un pò di chiarezza sulla riapertura dei confini dell’Unione Europea per turismo, soprattutto dopo l’ultima ordinanza firmata dal Ministro della Salute, Roberto Speranza, in vigore dal 16 Dicembre 2021 e fino al 31 Gennaio 2022.

Oggi possiamo viaggiare liberamente al di fuori dell’Europa per turismo? No, dobbiamo ancora attendere e dobbiamo farlo per la nostra salute e per poter viaggiare in futuro senza limitazioni, ma con la firma sull’ordinanza del 30 Agosto e la successiva del 28 Settembre 2021 da parte del Ministro della Salute Roberto Speranza i viaggi verso alcune mete extra Europa sono possibili e senza quarantena al rientro. Scopriamo come e dove possiamo viaggiare.

Finanziamenti e agevolazioni

Contributi per le imprese

Siamo operativi in tutta Italia

Vuoi sapere appena sarà possibile viaggiare al di fuori dell’Europa dall’Italia? Iscriviti al nostro Canale Telegram: riceverai una notifica appena sarà possibile viaggiare nuovamente Extra UE.

Nonostante già dalla fine del Giugno 2020 vi sia stata da parte dell’Europa una parziale riapertura dei confini, per il turista italiano che vuole viaggiare al di fuori dell’Europa la situazione è ancora piuttosto complicata. Cerchiamo di fare chiarezza.

Viaggiare in questi mesi è inevitabilmente più problematico, per questo sono nate assicurazione viaggio per il COVID-19, come quella di Columbus che prevede copertura per spese mediche per il Coronavirus.

Mutuo per non bancabile

La banca non ti concede il mutuo per acquistare l’immobile?

lo acquistiamo noi per te (pagamento dilazionato in 30 anni)

Siamo operativi in tutta Italia

Persone in transito in aeroporto

Per chi sono state riaperte le frontiere esterne dell’Unione Europea quindi? L’UE a Giugno 2020 ha diffuso una lista di Paesi ritenuti a basso rischio di contagio da COVID-19 ed ha emesso una raccomandazione a tutti gli Stati membri: è possibile far entrare chi proviene da questi Paesi senza richiedere la quarantena.

Tuttavia, nel corso dei mesi e con l’evoluzione della pandemia in corso in tutto il Mondo, la situazione è più volte cambiata, sino alla situazione che sto per riassumere.

Finanziamenti per estinguere debiti a saldo e stralcio

Siamo operativi in tutta Italia

 

Paesi extraeuropei dove si può andare

Attualmente la normativa italiana è definita dall’ordinanza del 30 Luglio 2021. Una nuova ordinanza datata 30 Agosto, e valida fino al 25 Ottobre 2021, ha successivamente introdotto maggiore libertà agli spostamenti per i viaggiatori in possesso di Green Pass. In data 28 Settembre 2021 sono poi stati annunciati corridoi turistici COVID-free per alcune destinazioni extra UE. In data 23 Ottobre è stata firmata dal Ministro della Salute Roberto Speranza una nuova ordinanza che regolamenta i viaggi extra UE sino al 15 Dicembre 2021.

Infine, in data 15 Dicembre 2021 con firma di un’ulteriore ordinanza, da parte del Ministro della Salute è stato reintrodotto (indipendentemente dal Green Pass) l’obbligo di tampone per chi entra in Italia da un qualsiasi Paese europeo.

Vediamo prima l’ordinanza del 30 Luglio:

  • per gli spostamenti dai Paesi negli elenchi D ed E è obbligatorio il tampone (molecolare o antigenico) con risultato negativo ottenuto nelle 72 ore precedenti l’ingresso in Italia
  • il periodo di isolamento previsto per gli ingressi dai Paesi D è ridotto a 5 giorni (dai precedenti 10)
  • il periodo di isolamento obbligatorio previsto per gli ingressi dai Paesi E è ridotto a 10 giorni (dai precedenti 14)
  • sono introdotte nuove restrizioni agli ingressi dall’India, dal Bangladesh, dallo Sri Lanka e dal Brasile rimosse le restrizioni da India, Brasile, Bangladesh e Sri Lanka con l’ordinanza del 23 ottobre 2021 (questi Paesi entrano ora nell’elenco E)

Per gli ingressi dai Paesi C, è stato rimosso l’obbligo di sorveglianza sanitaria e di isolamento fiduciario al rientro.

Dal 31 Agosto 2021 i viaggiatori provenienti dai Paesi nell’elenco D (tra poco lo vedremo uno ad uno) possono entrare in Italia presentando Green Pass, test COVID-19 negativo effettuato nelle 72 ore precedenti l’ingresso (48 nel caso di ingresso da Regno Unito) e compilando PLF; in mancanza di questi requisiti, dovranno effettuare 5 giorni di mini-quarantena (isolamento fiduciario e sorveglianza sanitaria) e sottoporsi a test al termine dell’isolamento.

Questo di fatto rende mete come Dubai, ad esempio, un’ottima destinazione per il prossimo Capodanno, complice anche l’EXPO in programma a partire da Ottobre (per approfondire puoi leggere i miei consigli per il Capodanno a Dubai in fai da te). Lo ripeto: dal 31 Agosto si può liberamente e legalmente viaggiare per turismo su Dubai e, al rientro, con Green Pass, test COVID e PLF non fare quarantena.

Nell’elenco C sono poi inseriti Canada, Giappone e Stati Uniti, a patto di compilare il modulo digitale di localizzazione del passeggero e presentare una certificazione verde COVID-19, ovvero vaccinazione con vaccini riconosciuti dall’EMA, guarigione da COVID-19 e termine del periodo di isolamento; tampone rapido o molecolare con esito negativo. In assenza di certificazione verde, gli ingressi da Canada, Giappone e Stati Uniti verranno trattati di pari grado ad ingressi da Paesi dell’elenco D.

Infine, le autorizzazioni per i voli COVID-tested sono state estese ai seguenti Paesi: Canada, Giappone, Emirati Arabi Uniti e Stati Uniti d’America.

I Paesi stranieri sono stati suddivisi elenchi distinti indicati dalle lettere A, B, C, D ed E e, per ciascun elenco, sono in vigore limitazioni e indicazioni specifiche. Qui di seguito trovi una sintesi di quanto è oggi in vigore e per un approfondimento completo e sempre aggiornato ti rimando a questo approfondimento sul sito di Viaggiare Sicuri.

Finanziamenti – Agevolazioni

Siamo operativi in tutta Italia

Io sono una viaggiatrice fai da te, ma se pensi che organizzare un viaggio quest’estate, anche solo in Europa, sia per te troppo impegnativo scrivimi a info@impiegatagiramondo.it e ti invierò un codice sconto da utilizzare con un’agenzia viaggi con la quale collaboro e che ha un occhio di riguardo per i lettori del mio piccolo blog

Dal 16 Dicembre 2021 e fino al 31 Gennaio 2022, per entrare in Italia anche i vaccinati dovranno presentare un test COVID-19 molecolare (tampone PCR) effettuato nelle 48 ore prima della partenza o un test antigenico (rapido) effettuato nelle 24 ore antecedenti al viaggio.

I viaggiatori non vaccinati, anche italiani, di rientro da un qualsiasi paese anche europeo, sono ora obbligati ad osservare un periodo di quarantena di 5 giorni.

Corridoi turistici COVID-free

Per i viaggi extra Europa verso Maldive, Seychelles, Mauritius, Egitto (solo Sharm El Sheikh e Marsa Alam), Repubblica Domenicana e Aruba il Ministro della Salute Roberto Speranza ha dato il via libera all’apertura di corridoi turistici COVID-free in data 28 Settembre 2021, al fine di sperimentare “itinerari turistici controllati”.

Questi viaggi dovranno svolgersi nel rispetto di specifiche misure di sicurezza sanitaria e dovranno essere organizzati e gestiti da operatori turistici (come specificato dall’approfondimento di Viaggiare Sicuri). Al momento quindi pare esclusa la possibilità di muoversi in “fai da te”, tanto che viene specificato “Se il viaggio che si intende effettuare non rientra nella tipologia di “Corridoio turistico Covid-free”, continuano ad applicarsi le regole previste per i paesi dell’Elenco E (divieto di spostamento per motivi turistici, obbligo di sorveglianza sanitaria e isolamento al rientro in Italia)“.

Al turista italiano dovrà essere munito di Green Pass e dovrà sottoporsi obbligatoriamente, al più 48 ore prima dell’imbarco da un qualsiasi aeroporto italiano, a un tampone antigenico o molecolare che dovrà ovviamente restituire esito negativo.

Una volta giunti a destinazione (indipendentemente dalla meta), in caso di soggiorno superiore ai 7 giorni sarà necessario effettuare un secondo COVID-test.

Così facendo, oltre a poter viaggiare legalmente verso queste destinazioni, cadrà l’obbligo di quarantena a patto che al rientro, prima di imbarcarsi sul volo per l’Italia, si presenti il risultato negativo di un ulteriore COVID-test svolto 48 ore prima del viaggio e se ci si sottoponga, all’arrivo in aeroporto, a un nuovo e ultimo tampone.

È richiesta obbligatoriamente anche un’assicurazione sanitaria COVID per un eventuale rimpatrio “sicuro” e l’assistenza sul posto.

 

Comprare casa senza mutuo

La banca non ti concede il mutuo per acquistare l’immobile?

lo acquistiamo noi per te (pagamento dilazionato in 30 anni)

Dove si può viaggiare extra UE?

Sono ancora in vigore le norme introdotte con l’Ordinanza del 16 Aprile 2021 del Ministro della Salute:

  • dal 19 Aprile, obbligo di test molecolare o antigenico, condotto con tampone e risultato negativo, effettuato nelle 48 ore precedenti l’ingresso in Italia per coloro che provengano da o abbiano soggiornato/transitato, nei quattordici (14) giorni precedenti, in uno o più Stati o territori ricompresi negli elenchi D e E
  • riduzione del periodo di isolamento fiduciario da dieci (10) a cinque (5) giorni per coloro che provengano da o abbiano soggiornato/transitato, nei quattordici (14) giorni precedenti, in uno o più Stati o territori ricompresi negli elenchi D
  • riduzione del periodo di isolamento fiduciario da quattordici (14) a dieci (10) giorni per coloro che provengano da o abbiano soggiornato/transitato, nei quattordici (14) giorni precedenti, in uno o più Stati o territori ricompresi negli elenchi E
  • obbligo di ulteriore test molecolare o antigenico condotto a mezzo di tampone, al termine dei cinque (5) giorni, per coloro che provengano da o abbiano soggiornato/transitato, nei quattordici (14) giorni precedenti, in uno o più Stati o territori ricompresi negli elenchi D
  • dal 31 Agosto, annullamento del periodo di isolamento fiduciario di cinque (5) giorni per coloro che provengano da o abbiano soggiornato/transitato, nei quattordici (14) giorni precedenti, in uno o più Stati o territori ricompresi negli elenchi D e presentino all’ingresso in Italia Green Pass, test COVID negativo svolto nelle 72 ore precedenti l’imbarco (48 ore se provenienti dal Regno Unito) e PLF compilato
  • obbligo di ulteriore test molecolare o antigenico condotto a mezzo di tampone, al termine dei dieci (10) giorni, per coloro che provengano da o abbiano soggiornato/transitato, nei quattordici (14) giorni precedenti, in uno o più Stati o territori ricompresi negli elenchi E
  • obbligo di compilazione di un modulo digitale di localizzazione del passeggero per tutti i viaggiatori provenienti da o con un soggiorno/transito in uno degli Stati o territori degli elenchi B, C, D, E. Tale formulario digitale sostituirà l’autodichiarazione cartacea ora in uso

Inoltre, lo riporto nuovamente, fino al 31 Gennaio 2022, tutti i viaggiatori anche i vaccinati dovranno presentare un test COVID-19 molecolare (tampone PCR) effettuato nelle 48 ore prima della partenza o un test antigenico (rapido) effettuato nelle 24 ore antecedenti al viaggio di rientro in Italia.

I viaggiatori non vaccinati, anche italiani, di rientro da un qualsiasi paese (anche europeo), sono obbligati a sottoporsi ad un periodo di quarantena di 5 giorni.

Maggiori dettagli in merito si possono trovare consultando l’approfondimento dedicato sul sito Viaggiare Sicuri.

 

Vuoi sapere appena sarà possibile viaggiare al di fuori dell’Europa dall’Italia? Iscriviti al nostro Canale Telegram: riceverai una notifica appena sarà possibile viaggiare nuovamente Extra UE.

 

San Marino e Città del Vaticano sono i soli due Stati a rientrare nell’elenco A, possiamo perciò accedervi senza limitazioni.

I paesi dell’elenco B sono i cosiddetti stati a basso rischio epidemiologico, ma al momento nessuno Stato è in questo elenco.

La maggior parte degli stati europei rientra nell’elenco C: un viaggio verso queste destinazioni è consentito (quindi si può viaggiare anche per turismo, salvo limitazioni in essere su base regionale italiana), ma al rientro è richiesto l’obbligo di test molecolare o antigenico effettuato tramite tampone nelle 72 ore precedenti all’arrivo in Italia e, ovviamente, con risultato negativo. In assenza di questo test (o in caso di risultato positivo) si verrà sottoposti a isolamento fiduciario e sorveglianza sanitaria di 14 giorni.

Finanziamo i tuo immobile

anche con procedure in corso

Siamo operativi in tutta Italia
Si convenzionano agenzie immobiliari

Rientrano in questo elenco C: Austria, Belgio, Bulgaria, Cipro, Croazia, Danimarca (incluse isole Faer Oer e Groenlandia), Estonia, Finlandia, Francia (inclusi Guadalupa, Martinica, Guyana, Riunione, Mayotte ed esclusi altri territori situati al di fuori del continente europeo), Germania, Grecia, Irlanda, Israele, Lettonia, Lituania, Lussemburgo, Malta, Paesi Bassi (esclusi territori situati al di fuori del continente europeo), Polonia, Portogallo (incluse Azzorre e Madeira), Repubblica Ceca, Romania, Slovacchia, Slovenia, Spagna (inclusi territori nel continente africano), Svezia, Ungheria, Islanda, Norvegia, Liechtenstein, Svizzera, Andorra, Principato di Monaco.

Codice sconto assicurazione ColumbusCodice sconto assicurazione viaggio COVID-19 Columbus

Come sopra indicato rientrano anche nell’elenco C da Giugno 2021 anche: Canada, Giappone e Stati Uniti (leggi sopra i dettagli).

Per il Regno Unito si applicano regole speciali: all’ingresso in Italia è richiesta comunicazione al Dipartimento di prevenzione dell’ASL di appartenenza, la compilazione del modulo digitale di localizzazione del passeggero, tampone (test molecolare o antigenico) svolto nelle 48 ore antecedenti e, indipendentemente dall’esito, isolamento fiduciario e sorveglianza sanitaria di 5 giorni. Al termine ti tale periodo è obbligatorio effettuare un secondo test molecolare o antigenico.

Paesi nell’elenco D: Arabia Saudita, Argentina, Australia, Bahrein, Canada, Cile, Colombia, Emirati Arabi Uniti, Giappone, Indonesia, Israele, Kuwait, Nuova Zelanda, Perù, Qatar, Regno Unito di Gran Bretagna e Irlanda del Nord (compresi Gibilterra, Isola di Man, Isole del Canale e basi britanniche nell’isola di Cipro ed esclusi i territori non appartenenti al continente europeo), Repubblica di Corea, Ruanda, Stati Uniti d’America, Taiwan, Regioni amministrative speciali di Hong Kong e di Macao, Uruguay: è richiesta mini-quarantena di 5 giorni (e al termine dell’isolamento test COVID-19) che però dal 31 Agosto si può evitare a patto che il viaggiatore presenti Green Pass, test COVID-19 negativo effettuato nelle 72 ore precedenti l’ingresso (48 nel caso di ingresso da Regno Unito) e abbia compilato il PLF. In data 23 Ottobre 2021 sono stati rimossi da questo elenco Albania, Armenia, Azerbaigian, Bosnia ed Erzegovina, Brunei, Libano, Moldavia, Montenegro, Repubblica di Macedonia del Nord e Serbia (e sostati nell’elenco D.

Attenzione: la Thailandia esce dall’elenco D e torna a far parte dell’elenco E.

Attenzione, dal 15 Dicembre 2021: la Giordania esce dall’elenco D e torna a far parte dell’elenco E.

All’elenco E appartiene poi il resto del Mondo: non è possibile recarsi per turismo e gli unici viaggi consentiti sono solo in presenza di precise motivazioni. Obbligo di isolamento fiduciario e sorveglianza sanitaria all’ingresso/rientro in Italia.

ATTENZIONE: in base all’Ordinanza 26 Novembre 2021 del Ministro della Salute, sino al 15 Dicembre 2021 è vietato l’ingresso (o anche solo il transito) in Italia a coloro i quali nei nei 14 giorni precedenti abbiano soggiornato (o anche solo transitato) in Sudafrica, Lesotho, Botswana, Swatini, Zimbabwe, Mozambico, Namibia, Malawi e Eswatini.

Si trovano nei vari gruppi Facebook indicazioni su come aggirare queste limitazioni per viaggiare extra Europa: per evitare la quarantena basterebbe uno scalo in uno dei Paesi europei con cui abbiamo riaperto le frontiere, a patto che questo Paese abbia già riaperto le sue frontiere esterne con la nostra destinazione finale. SBAGLIATO! Secondo le limitazioni attuali infatti l’Italia prevede anche con questo “passaggio intermedio” una quarantena di 14 giorni.

Acquistiamo e vendiamo immobili

Operativi in tutta Italia

Dilazioniamo agli acquirenti il pagamento

senza mutuo fino a 30 anni

Va poi considerato che la maggior parte dei Paesi nel Mondo non hanno riaperto le proprie frontiere a chi proviene dall’Italia o ha visitato l’Italia negli ultimi 14 giorni.

Per riaprire bisogna essere in due. Prendiamo come esempio la Thailandia.

 

Quando riapriranno le frontiere e si potrà viaggiare all’estero?

La Thailandia ha riaperto i propri confini a chi proviene per turismo dall’Italia, ma le condizioni da rispettare per accedere al paese sono numerose (leggi l’approfondimento si può andare in Thailandia?).

Stiamo monitorando attentamente la situazione a Zanzibar (meta che abbiamo visitato in un Capodanno in fai da te): il Paese ha aperto i propri confini e senza limitazioni. La situazione quindi potrebbe cambiare nel momento in cui l’Italia (e l’Europa) dovesse inserire il Paese tra le destinazioni raggiungibili.

Altra destinazione da tenere sotto controllo sono le Maldive (sul blog trovi tutte le indicazioni per un viaggio in fai da te alle Maldive). Per un approfondimento ti rimando qui: Maldive e Coronavirus la situazione oggi.

Come anticipato il 31 Agosto 2021 dal ministro del Turismo Massimo Garavaglia, i corridoi turistici per le mete sopra indicati (tra cui le Maldive) sono finalmente realtà dal 28 Settembre 2021.

Da prendere fortemente in considerazione Dubai e gli Emirati Arabi, meta che ha già riaperto al turismo internazionale (a tal proposito leggi anche: Coronavirus, si può andare a Dubai?): ora è una meta legalmente raggiungibile dall’Italia e senza bisogno di quarantena al rientro per i possessori di Green Pass.

Gli Stati Uniti hanno annunciato la riapertura delle frontiere ai turisti europei (Italia compresa) a partire dall’8 Novembre 2021: per entrare liberamente negli USA (senza quarantena) è richiesto un certificato di vaccinazione completa (Pfizer, Moderna, Johnson&Johnson, AstraZeneca. Oltre a questo, ogni viaggiatore di età superiore ai 2 anni, dovrà sottoporsi a un tampone (PCR o antigenico) entro 72 ore dalla partenza. Per il rientro in Italia, necessario il solito Passenger Locator Form e ulteriore test COVID-19 nei 3 giorni antecedenti il rientro.

 

Sistema “Salva Casa”

anche per non bancabileSiamo operativi in tutta Italia

Dati i molti commenti in merito, segnalo come dal 7 Settembre vi sia un’apertura ai “ricongiungimenti internazionali“: le coppie che vivono in Stati differenti ora possono ricongiursi, dato che nel nuovo DPCM è riportato “è consentito l’ingresso nel territorio nazionale per raggiungere il domicilio, l’abitazione e la residenza di una persona, anche non convivente, con la quale vi sia una stabile relazione affettiva“.

Torna a consultare questa pagina, la aggiorneremo costantemente.

Se per quest’estate pensi che organizzare un viaggio anche solo in Europa sia troppo complicato o rischioso scrivimi a info@impiegatagiramondo.it e ti invierò un codice sconto da utilizzare con un’agenzia viaggi con la quale collaboro e che ha un occhio di riguardo per i lettori del mio piccolo blog

Marcello, staff Impiegata Giramondo

Source

“https://www.impiegatagiramondo.it/mondo/riapertura-frontiere/”

Pubblichiamo solo i migliori articoli della rete. Clicca qui per visitare il sito di provenienza. SITE: the best of the best ⭐⭐⭐⭐⭐
Clicca qui

La rete Adessonews è un aggregatore di news e replica gli articoli senza fini di lucro ma con finalità di critica, discussione od insegnamento, come previsto dall’art. 70 legge sul diritto d’autore e art. 41 della costituzione Italiana. Al termine di ciascun articolo è indicata la provenienza dell’articolo. Per richiedere la rimozione dell’articolo clicca qui

Sistema “Salva Casa”

anche per non bancabileSiamo operativi in tutta Italia

La rete Adessonews è un aggregatore di news e replica gli articoli senza fini di lucro ma con finalità di critica, discussione od insegnamento,

come previsto dall’art. 70 legge sul diritto d’autore e art. 41 della costituzione Italiana. Al termine di ciascun articolo è indicata la provenienza dell’articolo.

Per richiedere la rimozione dell’articolo clicca qui

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: